Diventa un mio compagno di Blog!!

domenica 26 novembre 2017

Petizione per contrastare la moltiplicazione dei felini.
























Cliccate qui per accedere alla Petizione che racchiude, al suo interno, molte petizioni simili iniziate da soggetti differenti per dar voce a un problema che esiste soprattutto in alcune zone del meridione.

Utile spiegare a tutti voi comè il calore felino negli anni di vita dell'animale, senza tralasciare il fatto che, nel caso in cui i mici in questione sono randagi, il diffondersi di degrado e malattie è inevitabile.
Per questo è necessario sterilizzare.... buona cultura felina:

Accoppiamento gatti, animali diffidenti quando si tratta di fare nuove conoscenze e di lasciarsi andare a coccole ed effusioni ma non quando si tratta di accoppiamento. Raggiungendo molto presto la maturità sessuale, entro dodici mesi ma a volte anche a sei mesi, questi felini iniziano subito ad essere attivi. Entrano in calore ed è già possibile che avvenga l’accoppiamento gatti, per questo è bene conoscerne le dinamiche, sia se padroni di uno di questi animali, sia se si ha a che fare con colonie feline o gatti randagi che si aggirano vicino alle nostre abitazioni. 


Accoppiamento gatti: come avviene
Per chi ne ha uno non è semplice intuire come avviene un accoppiamento gatti, figuriamoci per chi non “frequenta” questi animali in modo assiduo. Ci sono consuetudini da scoprire che possono risultare sorprendenti, nel bene e nel male.
Prima dell’accoppiamento c’è la fase del corteggiamento, dopo in cui vediamo la femmina impegnata in una serie di danze e di movimenti che riesce a fare in modo innato, con lo scopo di attirare a sé i migliori pretendenti. In questa fase, di pre-accoppiamento, spesso si odono vocalizzi e miagolii che accompagnano i balletti della gatta sempre per irretire il maschio. Pochi minuti prima che avvenga il vero e proprio accoppiamento gatti sempre la femmina, si prepara mettendosi in posizione e dando così un segnale di via libera al gatto maschio.
Questa postura che ha lo scopo di comunicare la sua disponibilità, consiste nell’abbassarsi sugli arti fino a toccare con la pancia il suolo, sollevando però il bacino e piegando la coda di lato.
image: https://www.ideegreen.it/wp-content/uploads/2017/04/Accoppiamento-gatti-3.jpg
Accoppiamento gatti Accoppiamento gatti: dolore
Sembra che la femmina provi dolore quando inizia la penetrazione ed emette un grido molto forte. Quando è pronta, in posizione, il maschio le sale sulla schiena e la morde sulla collottola per tenerla ferma e iniziare a penetrarla.
Mentre grido, la gatta cerca anche di mordere a sua volta il maschio che la sta montando. Tutto ciò dura pochi secondi, ci si mette di più a raccontarlo che a vederlo con i propri occhi, il gatto maschio poi si stacca e la femmina spesso compie delle specie di giravolte su sé stessa, con una espressione che può essere interpretata come di dolore.
Accoppiamento gatti: periodo
L’accoppiamento gatti avviene quando la femmina va in calore. Può accadere più volte, ripetutamente e frequentemente, e non dobbiamo stupirci che una stessa gatta accetti di avere rapporti con altri gatti, per cui ogni volta che abbiamo una cucciolata non è detto che i micini abbiano tutti lo stesso padre.
Un’altra particolarità dell’accoppiamento gatti sta nel fatto che le femmine rilasciano le cellule germinali femminili, dette ovociti, dopo l’accoppiamento: ciò significa che solo dopo un certo numero di rapporti, un “tot”, gli ovociti passano dalle ovaie attraverso le tube di falloppio fino all’utero.
Se la femmina si è accoppiata gli ovuli vengono liberati, altrimenti no, poi possiamo prevedere in media una pausa di massimo 15 giorni che termina con un altro calore. Ovviamente se non c’è stato concepimento.
image: https://www.ideegreen.it/wp-content/uploads/2017/04/Accoppiamento-gatti-4.jpg
Accoppiamento gatti Accoppiamento gatti in casa
Come abbiamo accennato, in gatti sono animali parecchio attivi dal punto di vista dell’accoppiamento, per cui se lo vogliamo gestire in casa, dobbiamo mettere in conto che l’impegno non è “una tantum”. La femmina va in calore più volte, da febbraio fino a ottobre, come tutti gli animali detti “poliestrali stagionali”.
L’accoppiamento gatti vede il maschio agire in modo abbastanza violento, ma solo quando la femmina gli da il segnale di essere disponibile ad essere penetrata. Se abbiamo in casa un maschio, è bene sapere che segnalerà la sua presenza alla femmina con spruzzi di urina, cercando e seguendo a sua volta quelli lasciati dalla femmina. Sempre il maschio potrà azzuffarsi con altri pretendenti, è cosa frequente: combattono sia per dominare sul territorio, sia per possedere una femmina, non ci sono altro motivi.
image: https://www.ideegreen.it/wp-content/uploads/2017/04/Accoppiamento-gatti-1.jpg
Accoppiamento gatti Accoppiamento gatti sterilizzati
Se non ce la sentiamo di gestire l’accoppiamento gatti in casa e nemmeno un gatto nella stagione degli amori, rumoroso e anche iperattivo, possiamo optare sulla sterilizzazione. Una scelta che molti fanno quando si accorgono che il gatto è incredibilmente promiscuo, i gatti maschi sono perennemente pronti ad accoppiarsi e le femmine vanno in calore molto di frequente.
La sterilizzazione inibisce gli istinti sessuali, ma i maschi possono anche proseguire ad avere degli accoppiamenti finti con gatte in calore, vale anche viceversa, ovviamente senza che nascano alcun micino. Un felino sterilizzato cambia carattere, pur conservando il senso della caccia, l’intelligenza e la vivacità, diventa meno vagabondo, più affettuoso, meno aggressivo e più ingordo. Dal punto di vista della salute, se sterilizziamo una gatta entro il suo primo anno d’età, abbassiamo il rischio che si ammali di tumore della mammella e dell’utero.